Come dire a Tua moglie che ami i suoi Piedi

sexy01
Standard

Confessare al proprio partner una passione erotica o semplicemente un desiderio fugace, come quello del foot fetish, non è mai semplice.

La voglia di dichiararsi amanti dell’adorazione dei piedi e dei vari modelli di calzature, spesso viene arrestata dalla paura di essere giudicati negativamente e di non essere compresi, e questo timore vale anche quando il proprio partner è una compagna, o un compagno di lunga durata, come ad esempio la propria moglie o il proprio marito, con cui, quindi, non dovrebbero esserci dei tabù.
La paura di non essere capiti dalla donna che si ama, e che si è deciso di sposare, spesso vince il desiderio di dichiararsi, ed il marito, in questa situazione, sarà costretto a reprimere questo suo desiderio che non riuscirà mai ad appagare. Da ciò ne deriverà una relazione sessuale mai esaustiva ed appagante al cento per cento.
I

l rischio di una situazione simile è che le incomprensioni che nascono sotto le lenzuola, poi, iniziano ad influenzare la vita quotidiana, causando danni all’interno della coppia, che, con il passare del tempo e degli anni, possono diventare anche irreparabili.
Questo, purtroppo, è il triste scenario che si viene a creare all’interno di una coppia a cui manca una sana discussione ed un rispettoso confronto sul tema sessuale.
Per evitare, quindi, che ciò accada, è necessario che i desideri sessuali, di lui e di lei, siano espressamente dichiarati. Ora il problema è riuscire a capire come.
In realtà non esiste una tecnica precisa e valida per tutte le situazioni, ma è utile prendere qualche accorgimento per riuscire a creare un clima più disteso e sereno in cui si può dichiarare il proprio amore fetish.

Passo numero 1: lavorare su se stessi, per avere un approccio positivo sull’argomento.

Prima di parlare con la propria consorte del gusto fetish che si possiede, è necessario che sia ben chiara una regola nella propria mente: non esistono dei giochi sessuali deplorevoli. Il foot fetish non fa accezione a questa regola.
Si vive in un epoca, oramai, in cui non è più legittimo giudicare o condannare moralmente una persona in base a ciò che fa a letto con la propria moglie.
L’adoratore dei piedi, quindi, non deve pensare di avere un disturbo che deve nascondere agli occhi della propria moglie. Questo atteggiamento negazionista, produrrà solo degli effetti negativi.
L’atteggiamento giusto, quindi, è quello di ammettere, prima di tutto a se stessi, che l’amore per i piedi non solo è normale, ma è una passione da coltivare e condividere con la propria moglie.

Passo numero 2: affrontare l’argomento con la propria moglie

Una volta che ci si è convinti che non c’è nulla di male nell’adorazione dei piedi, ci si può confessare alla propria consorte.
Come? Un metodo sarebbe quello di iniziare l’argomento creando un clima sereno, magari anche scherzoso, in cui spiegare che si è molto attratti dall’eleganza e dalla femminilità dei piedi delle donne.
Se invece non si riesce a superare il blocco emotivo che impedisce di spiegare alla propria moglie la passione foot fetish, allora un’altra strategia sarebbe quella di farglielo capire attraverso dei segnali più o meno espliciti. Può capitare, ad esempio, durante un momento di intimità in cui ci si può concentrare maggiormente nell’adorazione dei piedi. Così facendo, senza essere stati costretti ad impelagarsi con discorsi astrusi, si sarà mandato un messaggio chiaro ed inequivocabile alla moglie.

Qualsiasi sia il metodo utilizzato, è necessario però che all’interno della coppia ci sia comunque una complicità tale ed un feeling che permettano ad entrambi i partner di trarre piacere dalle stesse passioni sessuali. Solo così, si potranno evitare spiacevoli incomprensioni, e si potrà godere di una relazione sana e duratura.

Consiglia articolo su: